Grandi libri per piccoli archeologi

A Natale regala… un museo!

Quando è stata l’ultima volta che hai messo piede in un museo? Probabilmente farai un po’ fatica a ricordartelo e non c’è da biasimarti per questo. Da mesi, a causa della pandemia, i musei e tutti i luoghi della cultura sono chiusi e inaccessibili al pubblico. E per quanto sia giusto e sacrosanto – in un momento così difficile e complicato – rispettare le indicazioni sanitarie e le regole che ci vengono date, per il bene nostro e di tutti i cittadini, un po’ di rammarico c’è. Impedirci di visitare un museo o un parco archeologico o entrare in un teatro vuol dire privarci delle emozioni, della bellezza, del piacere della scoperta, in una sola parola… della vita che soltanto certi luoghi sono in grado di offrirci.

Non è facile colmare questo vuoto e nessun video o ricostruzione virtuale o libro può eguagliare un’esperienza reale di visita ad un museo, con tutto il carico di sensazioni che ne scaturisce.

Però una piccola ma grande alternativa, che sono sicura piacerà tanto a piccoli e grandi, voglio ugualmente suggerirtela.

Qualche tempo fa, sempre su questo blog, vi abbiamo parlato del libro pop-up, pubblicato in Italia da Editoriale Scienza: Costruisci il tuo Museo dei dinosauri: un piccolo capolavoro di cartotecnica e divulgazione che offre al lettore la possibilità di scoprire l’affascinante mondo dei dinosauri e allo stesso tempo realizzare 5 modellini pop-up.

Ebbene, da qualche tempo Editoriale Scienza ha pubblicato un secondo libro che fa da pendant al primo:  Costruisci il tuo museo delle antiche civiltà, di Claudia Martin, con le illustrazioni di Mike Love e Beatrice Blue.

Anche questa volta, come nel caso del precedente volume, il libro diventa il pretesto per uno straordinario laboratorio di conoscenza, manualità e creatività che consente al lettore di fare un viaggio virtuale nelle epoche passate. Allegata al volume (delle pagine ripiegate all’interno della copertina) c’è una cassa di materiali archeologici fragili che – pazientemente e seguendo le indicazioni fornite – il bambino/a deve tirar fuori, montare e poi sistemare nella doppia pagina giusta, aiutandosi in questo con l’indicazione dei colori forniti sulle alette dei pop-up.

Ogni doppia pagina corrisponde ad un grande civiltà del passato, per un totale di più di 5000 anni di storia.

Il viaggio comincia con i popoli della Mesopotamia, gli inventori della scrittura e i costruttori delle ziggurat; prosegue con le popolazioni che circa 4000 anni fa occuparono la Valle dell’Indo in Asia meridionale, poi con gli Egizi, con i Greci e i Romani, per poi continuare con i popoli dell’antica Cina e concludersi con i Maya e i Vichinghi.

Ad ognuna di queste otto grandi civiltà è dedicata, per l’appunto, una doppia pagina, strutturata davvero come fosse la sala di un museo con vetrine da allestire, piccole teche da riempire di oggetti e pannelli e didascalie a cui affidare il compito essenziale di restituire al visitatore la complessità del racconto storico, attraverso testi chiari e accessibili a tutti.

Accanto ad oggetti di piccole dimensioni, da ritagliare lungo le linee tratteggiate e posizionare nella “sala” corretta, vi sono cinque grandi opere che il lettore deve montare per realizzare i pop-up: una statua di Lamassu (la creatura con testa umana, corpo di toro o leone e ali di uccello) che generalmente veniva posta all’ingresso dei palazzi mesopotamici; un sarcofago egizio; un tempio greco; la statua del dio maya Quetzalcoatl, il serpente piumato, e infine una nave vichinga.

Concluso il montaggio il libro si trasforma magicamente in una fantastica opera 3D da esibire con orgoglio davanti a parenti ed amici, spacciandolo come il proprio personalissimo e privato museo delle antiche civiltà. Roba da fare invidia a chiunque!

Anche in questo caso come per il precedente volume, come per tutti i libri della stessa casa editrice, la qualità scientifica e divulgativa dei testi è cosa lapalissiana. Chiarezza espositiva e correttezza delle informazioni storiche procedono di pari passo, in un perfetto connubio che regala la possibilità di conoscere curiosità, aspetti e singolarità di ognuno dei popoli passati in rassegna.

In entrambi i volumi l’elemento aggiuntivo, nonché punto di forza del prodotto editoriale, è appunto la componente ludica, che fa sì che la semplice operazione di lettura e osservazione delle pagine di un libro si trasformi in un gioco e dunque in un processo di apprendimento attivo.

D’altronde, come tutti i giochi che si rispettino, si tratta pur sempre di un gioco serio, nella misura in cui consente al bambino/a di calarsi nei panni non solo dell’archeologo o archeologa di turno, ma anche in colui o colei che si occupa dell’allestimento di un museo, insomma di capire meglio come funziona il dietro le quinte di tutti i musei.

Il libro può poi diventare il punto di partenza di un nuovo e ancor più entusiasmante viaggio di conoscenza; ad esempio, si potrebbe cercare di scoprire quali e dove si trovano i principali musei italiani in cui siano esposte opere e oggetti dei popoli incontrati tra le pagine e magari provare ad organizzare una visita dal vivo, assieme al resto della famiglia, non appena sarà possibile tornare a viaggiare a muoversi in sicurezza.

Che dite, vi abbiamo convinto?

E allora buona lettura, buon allestimento e soprattutto… buon Natale a tutti e a tutte!

Costruisci il tuo
Museo delle Antiche Civiltà

Book Cover: Costruisci il tuo Museo delle Antiche Civiltà
Editions:Hardcover: € 18,90 EUR
Pages: 30

È arrivata una cassa piena di tesori e opere d'arte antiche provenienti da tutto il mondo: ora tocca a te ricostruire un sarcofago egizio, un tempio greco, una statua di Lamassu, una testa di Quetzalcoatl e una nave vichinga. Segui le istruzioni su come ricomporre i pezzi ritrovati e preparati a diventare un famoso archeologo ed esperto di civiltà antiche!
Età di lettura: da 6 anni.

Published:
Publisher: Editoriale Scienza
Editors:
Illustrators:
Genres:
Tags:

Aggiungi il libro al tuo scaffale!

Se acquisti il libro cliccando sul pulsante qui sotto aiuterai a sostenere il nostro lavoro. Riceveremo una commissione da Amazon che non inciderà sul prezzo di vendita.

Comment here