Grandi libri per piccoli archeologi

Iliade

La collana “Classici illustrati” de La Nuova frontiera junior si è da poco arricchita di un nuovo e prezioso volume: l’Iliade a cura di Luisa Mattia, con le illustrazioni di Alberto Ruggieri.

Dopo Eroi greci, Miti romani e Miti greci, la scelta di riproporre uno dei poemi più noti del mondo classico era pressoché obbligata, tanto più che esso appare come un concentrato di miti, eroi, eroine ed eventi che alimenteranno, da quel momento in poi, la storia e l’epopea successive e che hanno affascinato intere generazioni di lettori.

image

I bambini di oggi non so quanta dimestichezza abbiano con Omero e il suo insuperabile racconto della guerra di Troia; i tempi serrati della programmazione scolastica spesso condensano questo autentico patrimonio di narrazione, mitologia e umanità in poche pagine, evidentemente incapaci di restituire l’incanto e la forza delle vicende omeriche. Libri come questo sono dunque preziosi strumenti capaci di compensare le lacune e le mancanze dei tempi didattici della scuola, ma anche utili divagazioni adatte ai tempi della noia e della libertà dei più piccoli, vitamina pura per la loro fantasia.

… Omero nell’Iliade evitò di raccontare il perché scoppiò la guerra tra Troiani e Greci, scrive Luisa Mattia nell’incipit al volume. Il racconto degli antefatti era superfluo perché noto a tutti in una società, come quella greca, in cui la narrazione orale, ad opera di validi cantori, era l’ossatura stessa della conoscenza storica. Per chi non conosca Achille, Ettore, Paride, Elena e gli altri protagonisti dell’epopea omerica, Luisa Mattia sposta l’inizio della narrazione al momento immediatamente precedente lo scoppio della guerra, e dunque al matrimonio tra Peleo e Teti, la dea delle acque che osò rifiutare Zeus, il dio dell’Olimpo, che proprio per questo motivo decise che la festa nuziale sarebbe stata l’occasione giusta per accendere la miccia di una devastante guerra.

Ora, immaginate di essere ad una festa di matrimonio e che a un certo punto, nel bel mezzo dei festeggiamenti, uno degli invitati decida, per riscaldare gli animi, che il bouquet della sposa debba andare alla ragazza più bella: scoppierebbe il pandemonio tra le invitate!

Ebbene, al matrimonio di Peleo e Teti accadde proprio questo: Eris, la dea della discordia, portò in dono agli sposi una mela d’oro, simbolo di prosperità e stabilì che essa sarebbe stata offerta alla dea più bella. La proposta della dea innescò un’accesa rivalità tra Afrodite, Atena ed Era, le dee più belle presenti alle nozze, ed allora Ermes, messaggero degli dei, per porre fine alla discussione decise che il giudizio finale sarebbe spettato a Paride, figlio di Priamo, re di Troia.

image

Il piano di Zeus era diabolico e aveva previsto ogni cosa dall’inizio: la contesa tra le dee non si concluse affatto con l’attribuzione della mela d’oro, da parte di Paride, ad Afrodite. La dea dell’amore decise infatti di premiare Paride, per la scelta fatta, con un dono speciale: una donna bellissima. E fu proprio con la complicità della dea e il sostegno di Enea che Paride riuscì a portar via questa donna, la bella Elena, dalla casa del suo sposo, Menelao, re di Sparta.

A quel punto lo scoppio della guerra era inevitabile, Menelao non poteva non reagire all’affronto subito e scatenare, per una vicenda sia pur privata, una guerra dalle dimensioni immane che sarebbe durata dieci anni interi e avrebbe coinvolto i migliori tra i guerrieri troiani e tra quelli greci. In tutto questo tempo, Elena, accolta come una figlia da Priamo e sua moglie Ecuba, resta a Troia nella reggia, accanto a Paride che pur ama ma di cui conosce bene la codardia e intanto pensa al consorte e ai suoi figli che ha lasciato a Sparta.

Se non fosse stato imbrattato dal sangue, dai corpi dei morti, dallo scintillio delle spade, dalla polvere alzata nei duelli, quel mondo che vedeva sotto ai suoi occhi sarebbe stato bello, splendente, un luogo di quiete e fascino.

 

Sono proprio le donne le vere protagoniste dell’Iliade: donne rapite contro la propria volontà come Elena, donne costrette ad assistere allo scempio del corpo del proprio marito e poi ridotte a schiave come Andromaca, donne inascoltate e trattate alla stregua di pazze nonostante dicano il vero come Cassandra. L’umanità e la forza di queste donne sono necessarie in un poema, tutto maschile, incentrato sulla virilità e il coraggio di condottieri che combattono fino allo stremo, spinti dalla sete di vendetta, in un circolo vizioso di morte e sangue di cui alla fine vittime sono proprio le donne, relegate al ruolo di spettatrici inermi.

La scrittura piana e chiara di Luisa Mattia ci restituisce integralmente tutta la complessità del dramma di ogni guerra, anche se mitica e arcinota come quella di Troia e getta luce laddove c’è più dolore e strazio e dunque maggiori sono le ombre. A fare da corollario alle parole le illustrazioni di Alberto Ruggieri, che sembrano, per le campiture di colore graffiate, spezzoni di pellicola di un vecchio film e che esaltano ora il dolore, ora l’irruenza, ora l’astuzia e la regalità dei personaggi omerici.

Non c’è occasione migliore, del Natale ormai alle porte, per regalare ai bambini un libro come l’Iliade e magari leggerlo ad alta voce, così come un tempo lontano gli aedi erano soliti raccontare le storie di eroi e divinità, tramandate di padre in figlio, agli uomini e alle donne ignari.

Iliade

Book Cover: Iliade
Editions:Paperback (Italian): € 16,00 EUR
ISBN: 978-88-98519-13-2
Pages: 128

"In città, l'assedio insistito e feroce, aveva portato disagio e paura. Ma si viveva ancora con l'illusione di una prossima pace. Elena sperava che questo fosse il desiderio degli dei."
L'affascinante racconto di Luisa Mattia, arricchito dalle splendide illustrazioni di Alberto Ruggieri, fa rivivere con emozione uno dei più grandi classici di tutti i tempi. Età di lettura: da 7 anni.

Published:
Publisher: laNuovafrontierajunior
Editors:
Illustrators:
Genres:

Aggiungi il libro al tuo scaffale!

Se acquisti il libro cliccando sul pulsante qui sotto aiuterai a sostenere il nostro lavoro. Riceveremo una commissione da Amazon che non inciderà sul prezzo di vendita.

Comment here