Grandi libri per piccoli archeologi

Dedalo e le donne della mitologia greca

Provate ad immaginare come deve essere la vita degli dèi sull’Olimpo: feste e banchetti a profusione, smancerie, colpi di fulmine improvvisi e amori passionali, guerre da scatenare, dispetti a non finire e poi ore ed ore di dolce far niente. Bello sì, ma alla lunga noioso. Tanto che Ermes, il messaggero degli dèi, il dio alato, spesso e volentieri va via dall’Olimpo e dalla Grecia e vola fino al deserto africano, il luogo ideale per ricaricare mente e spirito. Ed è proprio sulle coste africane, durante una delle sue scorribande, che si ritrova suo malgrado ad indagare su un terribile omicidio.

Ermes è il protagonista-detective di una nuova serie di gialli per ragazzi, “Le indagini di Ermes”, pubblicati da La Nuovafrontiera junior e a cura di Richard Normandon, scrittore e insegnante con una grande passione per la mitologia greca e i polizieschi.

Nel primo volume della serie, dal titolo Il mistero di Dedalo, Ermes scopre – proprio mentre si trova in Africa a godersi la sua beata solitudine – che un uomo durante la notte è precipitato da un’alta falesia. Il suo corpo, ricoperto di sangue e quasi irriconoscibile, viene scoperto dagli abitanti del vicino villaggio nascosto tra i cespugli ai piedi dell’altura. Quando Ermes, richiamato dalle voci e dal mormorio della folla, si avvicina per capire cosa sia successo, scopre con sua grande sorpresa che si tratta del corpo di Dedalo, il famoso architetto che progettò il labirinto di Cnosso. Un dettaglio più di altri cattura la sua attenzione:

Ermes s’inginocchiò e passò un dito sulla spalla di Dedalo. Oro. L’architetto era quasi interamente ricoperto d’oro, le braccia e le gambe, tra le pieghe della tunica, e anche le guance dove le croste di sangue luccicavano a loro volta. Una sottilissima polvere d’oro.

Ermes capisce subito che non si è trattato di una tragica fatalità, ma di un omicidio vero e proprio. Ma chi odiava così tanto Dedalo da desiderarne la morte? Decide allora di mettersi sulle tracce dell’assassino e assieme al suo compagno di giochi e avventure, Eros, dà inizio ad una lunga indagine che li conducono in lungo e in largo per il Mediterraneo e addirittura fino al regno degli Inferi.

Ci sono indizi da individuare, divinità da interrogare, piste da seguire e segreti da riportare a galla. E quando finalmente tutto nella sua mente si fa chiaro e i tasselli vanno ognuno al loro posto, Ermes decide di convocare tutti gli dèi coinvolti nel tempio di Atena ad Atene per mettere finalmente con le spalle al muro, alla presenza di tutti, il colpevole e raccontare come davvero si sono svolti i fatti.

Si fa fatica ad immaginare che il mondo beato, celeste e frizzante degli dèi olimpici possa tingersi di giallo e che davvero la morte di un mortale, più che come una cosuccia da nulla o un dispetto o tradimento subìto che andava a dovere ricambiato, possa assumere i contorni di un omicidio atroce e ingiusto da smascherare. Così come fa strano vedere un dio tramutarsi in un detective scrupoloso e impassibile, pur essendo uno dei più astuti tra tutti gli dèi. Eppure, è proprio questa combinazione di elementi inusuali e spiazzanti che contribuiscono a rendere efficace e convincente l’intreccio narrativo, grazie anche ad una scrittura asciutta, precisa e incalzante. A questo punto non resta che attendere i prossimi episodi della serie e scoprire su quali altri misteri si ritroverà ad indagare Ermes.

Altro libro, stessa casa editrice, stesso contesto mitologico.

Pensate alle donne protagoniste della mitologia greca: Penelope, Arianna, Medea, Aracne e tante altre. Di gran parte di esse sappiamo grosso modo il mito di cui sono protagoniste, gli amori e i dolori, i vizi e le virtù, ma ciascuna di loro la conosciamo da un punto di vista maschile perché sono state gli uomini a raccontarcele. E allora sorge il dubbio: davvero ci hanno detto tutto o forse in questa trasposizione narrativa qualcosa si è perso e qualcos’altro è stato volutamente celato?

Giulia Caminito, autrice del libro Mitiche. Storie di donne della mitologia greca, con le illustrazioni di Daniela Tieni, ha provato magistralmente a rovesciare questa prospettiva offrendo alle donne mitiche il diritto di replica.

Per questo, pur consapevole di arrivare per ultima a raccontare per l’ennesima volta le loro storie, ho provato a farlo dal loro punto di vista, mettendo al centro non le divinità, non i mariti, non le guerre, ma i loro pensieri, i timori e le angosce, i desideri.

Nei nove racconti, sapientemente intrecciati e riproposti dall’autrice, ad emergere sono le fragilità, le sofferenze, i non-detti, le ambizioni delle donne del mito che ce le fanno apparire così simili a ciascuna di noi e che, anche nel caso di colpe e responsabilità indiscutibili, ci aiutano a comprendere quanto complicata sia stata la loro vita.

Pensiamo a Pandora, ad esempio. Sì è vero, il suo errore è stato voler aprire a tutti i costi quel maledetto vaso che Zeus le aveva affidato mandandola sulla terra tra gli uomini. Ma proviamo a pensare quanto le sia costato quel suo gesto incauto in termini di rimorso, senso di colpa, sofferenza, accuse. Quanto sia stato difficile per lei vivere da quel momento in poi additata da tutti come la responsabile dei mali del mondo, nonostante le vada comunque riconosciuto il merito di aver liberato dal fondo del vaso “qualcosa che mancava nel mondo e che Zeus non aveva previsto: la speranza”.

E che dire di Medea? La follia e la disperazione che la conducono ad uccidere non solo Giasone e la sua futura moglie ma anche i suoi stessi figli è esecrabile, ma dietro la mano che uccide c’è assai spesso un malessere profondo al limite del patologico non riconosciuto e in alcun modo alleviato. Medea è sola in una terra non sua, da tutti definita “barbara e straniera”, una maga, un’avvelenatrice e ad un certo punto anche l’uomo che credeva l’amasse, le volta le spalle e, assetato di gloria e potere, trama alle sue spalle.

Penelope, Medea, Antigone, le Sirene… sono tutte donne travolte dal fato e loro malgrado rimaste invischiate nell’enorme ed intricata tela tessuta dalle Moire, le tre anziane tessitrici che, annodando i fili di ogni mortale sulla terra, provocano gioie e disgrazie, senza che nulla o nessuno riesca ad intenerirle o a smuovere un minimo senso di pietà.

Vale la pena far leggere questi racconti ai bambini e alle bambine, affinché comprendano che in fondo quello che i miti ci insegnano da millenni è a guardarci dentro in profondità, analizzare le nostre azioni e capirne le ragioni, scoprire cosa si nasconde dietro le nostre paure e istinti più beceri, cosa ci porta a fuggire dalle situazioni o a sfidare il fato. Il mito non è solo magia, creature soprannaturali ed esseri dotati di poteri straordinari, ma è una sorta di breviario edulcorato di quella che è la psicologia umana.

A fare eco al racconto le illustrazioni dalle tinte pastello di Daniela Tieni che, con pochi tratti e macchie di colore, riesce perfettamente ad esprimere tutta la complessità del dilemma interiore di ognuna delle donne mitiche.

Il mistero di Dedalo

Book Cover: Il mistero di Dedalo
Editions:Paperback (Italian): € 14,25 EUR
Pages: 176

Ermes, il messaggero degli dei, non a caso conosciuto per la sua astuzia, scopre durante uno dei suoi viaggi che Dedalo, il celebre architetto, è stato ritrovato morto ai piedi di una falesia sulle coste africane. Da subito non crede a una morte accidentale e comincia a indagare seguendo ogni minimo indizio, ma il mistero è più fitto di quanto si possa immaginare. Certo, l'inventore del famoso labirinto si era fatto molti nemici in vita, ma chi ne poteva volere la morte e perché? Ermes interroga ogni possibile indiziato e arriva a sospettare persino di alcune divinità, viaggia in lungo e largo fino al regno degli Inferi per giungere finalmente, grazie anche all'aiuto del suo amico Eros, alla verità.
Età di lettura: da 10 anni.

Published:
Publisher: laNuovafrontierajunior
Editors:
Genres:
Tags:

Aggiungi il libro al tuo scaffale!

Se acquisti il libro cliccando sul pulsante qui sotto aiuterai a sostenere il nostro lavoro. Riceveremo una commissione da Amazon che non inciderà sul prezzo di vendita.

Mitiche

Storie di donne della mitologia greca

Book Cover: Mitiche
Editions:Paperback (Italian): € 15,20 EUR
Pages: 128

Da Medea a Penelope, da Arianna a Circe, il mito è costellato di figure femminili fragili eppure forti, argute, tenaci. Giulia Caminito, accompagnata dalle illustrazioni di Daniela Tieni, ci conduce nelle loro vite e nel loro sentire, raccontandoci il loro punto di vista e realizzando così inediti ritratti di donne rese immortali dalla letteratura.
Età di lettura: da 6 anni.

Published:
Publisher: laNuovafrontierajunior
Editors:
Illustrators:
Genres:
Tags:

Aggiungi il libro al tuo scaffale!

Se acquisti il libro cliccando sul pulsante qui sotto aiuterai a sostenere il nostro lavoro. Riceveremo una commissione da Amazon che non inciderà sul prezzo di vendita.

Comment here