Guest post

Una notte al… Museo della Centuriazione

Polifemo lanciò un tremendo urlo di dolore che rimbombò per tutta la grotta e…

“Aiutooo le torce!!!!”

In un secondo era tutto buio: ci eravamo coordinate bene tra di noi, con mille prove ai comandi delle luci (“spingi queste tutte insieme, io intanto di là dico di prendere le torce, attenzione a non farti vedere!”)

L’effetto sorpresa era decisamente riuscito… anche i bambini più temerari, che ci avevano detto di conoscere già la storia del Ciclope e di Ulisse, erano ormai rapiti dalla lettura, tutti stretti in cerchio, e allo spegnersi delle luci avevano lanciato un gridolino di paura!

Chi, da bambino, non ha mai voluto provare a trascorrere una notte al museo? In questi ultimi anni, complice molto probabilmente anche il famoso film con Ben Stiller, diversi musei hanno introdotto questo tipo di attività, amatissima dai più piccoli (ma anche dai loro genitori!!!)

Con l’inizio del 2018 abbiamo voluto provare anche noi a proporre questa esperienza straordinaria e sabato 13 gennaio abbiamo aperto le porte del Museo della Centuriazione Romana per una notte intera a bambini dai 6 ai 12 anni.

Abbiamo pensato di scegliere un tema per ogni serata, perché ogni evento diventi un’esperienza diversa e consenta ai bambini di conoscere vari aspetti del Museo.

In questo caso, abbiamo preso spunto dalla raffigurazioni che decorano una serie di lucerne, riprodotte da un abile artigiano del luogo, il maestro Giampaolo Stella, sulla base di reperti romani custoditi in diversi musei, protagoniste di una mostra appena inaugurata in Museo.

La serata ha preso il via proprio davanti a queste lucerne, leggendo tutti insieme alcuni brani tratti dal libro Odissea raccontata ai bambini, (di Rosa Navarro Duràn, con illustrazioni di Francesc Rovira, Mondadori).

Il gigante si strappò via il ramo, lo lanciò al suolo e con alte grida chiamò gli altri Ciclopi… questi lo sentirono e gli domandarono cosa stesse accadendo. Da dentro la grotta, Polifemo rispose: -Nessuno mi sta uccidendo!-

La tensione era alle stelle: sì, Ulisse aveva appena ingannato Polifemo, ma ce l’avrebbe fatta a spostare quell’enorme masso e uscire dalla grotta? Avrebbe perso qualche altro compagno?

Il cerchio di bambini si faceva sempre più stretto, tutti con le torce in mano puntate sul libro per illuminare parole e immagini, ansiosi di sapere cosa sarebbe successo!

Ad un certo punto abbiamo lasciato Ulisse, ormai “al sicuro” lontano da Ciclopi e Sirene (che abbiamo scoperto non essere così belle e aggraziate come Ariel, ma più simili a quei temibili demoni del film di Harry Potter!) e ci siamo incamminati verso le scale che portavano al piano superiore.

Lì ci aspettavano le sale piene di antichi reperti, che ci attendevano al buio, pronti a raccontare la loro storia millenaria… qualcuno si sarebbe rianimato per farlo con la sua viva voce, come succedeva nel film Una Notte al Museo?

Qualche bambino ha iniziato a temere di ritrovarsi circondato da scheletri di dinosauro tornati in vita: ma niente paura! Noi eravamo in un museo archeologico, quindi niente scheletri di dinosauro!

“Ma…ma… e quelle ossa allora di chi sono??”

All’improvviso ci siamo ritrovati faccia a faccia con uno scheletro di animale: ma quale?

Si trattava di un cavallo di età romana, sepolto con molta cura dagli abitanti del territorio della centuriazione proprio dove oggi sorge Borgoricco. Chissà qual era la sua storia… gli archeozoologi, gli studiosi dei resti animali antichi, ci hanno detto che si trattava di un maschio di 12 anni, forse morto di vecchiaia, ma probabilmente sepolto con rituali tipici di persone che vivevano lì prima dei romani: i veneti antichi!

Il mistero si infittisce: bisognerà per forza ritornare per saperne di più!

Era ormai ora di tornare al piano di sotto, riaccendere le luci e dare sfogo alla nostra creatività, che dopo tutti questi racconti ed esplorazioni notturne era davvero esplosiva!

Colori a tempera, lana, cotone, brillantini: ognuno ha realizzato la maschera del personaggio che gli era piaciuto di più.

In poco più di un’ora avevamo Ciclopi con un occhio solo, Sirene squamose e, naturalmente, il nostro eroe Ulisse!!!

“Ragazzi… è quasi mezzanotte, non avete sonno?”

“Nooooo” è stato il coro unanime… d’altronde, anche noi, cosa ci aspettavamo con una simile domanda?

Abbiamo posato le nostre maschere e ci siamo avviati nel nostro “bunker di sicurezza” (come l’ha definito qualche bambino che ci chiedeva rassicurazioni sul fatto che i fantasmi non potessero accedere a quella sala!).

“Pigiama!!! Tutti a lavarsi i denti! Ehi tu: non andare in giro scalzo! Mettetevi dentro al sacco a pelo forza, poi passiamo a salutarvi…”

Piano piano, le forze se ne andavano, e la sala si faceva via via più silenziosa: quando anche l’ultimo guerriero aveva deposto le armi, ci siamo riuscite a coricare nel nostro sacco a pelo.

“Però… nemmeno io avevo mai dormito in un Museo…!!!!” è stato il pensiero che abbiamo avuto prima di addormentarci, stanchissime ma felici.

Un grazie va a tutti i bimbi che hanno vissuto con noi questa splendida esperienza, a tutti i loro genitori, al Comune Di Borgoricco e al servizio cultura, alla direttrice del Museo della Centuriazione e a tutte le persone che ci hanno consentito di organizzare questa iniziativa, che speriamo di ripetere al più presto!

Sara Ganzaroli e Fiorenza Bortolami

Odissea raccontata ai bambini

Book Cover: Odissea raccontata ai bambini
Editions:Paperback (Italian): € 17,00 EUR
ISBN: 8804654848
Pages: 214

"L'Odissea" narra del lungo viaggio di Ulisse, re di Itaca, che dopo la distruzione di Troia si mette in mare insieme ai compagni per fare ritorno in patria. È il racconto di dieci anni di navigazione nel Mediterraneo in cui l'eroe affronta terre e acque inospitali, inganni e sfide, battaglie e magie, uomini e dèi, avventure e disavventure. Con astuzia Ulisse riesce a non farsi ammaliare dal canto delle Sirene; dimostra finissimo ingegno quando fugge dalla grotta di Polifemo, profonda lealtà verso i compagni quando li salva dall'incantesimo della maga Circe, fedeltà verso Penelope, sua moglie, quando Calipso gli promette l'immortalità pur di tenerlo con sé, e coraggio quando sconfigge i pretendenti al suo trono. "L'Odissea" è il viaggio di tutti i viaggi, l'avventura di tutte le avventure: Rosa Navarro Duràn la racconta ai bambini con parole semplici e appassionanti, che nascono da una rilettura fedele e da un profondo rispetto per l'opera originale. Età di lettura: da 9 anni.

Published:
Publisher: Electa Mondadori
Editors:
Illustrators:
Genres:

Aggiungi il libro al tuo scaffale!

Se acquisti il libro cliccando sul pulsante qui sotto aiuterai a sostenere il nostro lavoro. Riceveremo una commissione da Amazon che non inciderà sul prezzo di vendita.

Comment here